Le autorità francesi arrestano 29 persone che finanziano un gruppo terroristico con la Bitcoin

Il gruppo antiterrorismo in Francia ha arrestato un gruppo di persone che sarebbero state coinvolte in uno schema di moneta digitale volto a promuovere le attività dei terroristi. Forse, questa è un’altra prova del fatto che molti gruppi terroristici sono sempre più finanziati con la moneta digitale, per evitare di essere intercettati dal governo e da altre forze dell’ordine.

La polizia arresta i colpevoli attraverso un’operazione di sting in Francia
Secondo il rapporto dei media francesi, France24 , circa 29 persone sono state arrestate dalla polizia locale il 29 settembre. Queste persone erano coinvolte in uno schema di cripto-moneta sviluppato al solo scopo di finanziare il terrorismo, in particolare il gruppo jihadista in Siria. In linea con la dichiarazione dell’ufficio del pubblico ministero antiterrorismo, il finanziamento criptoterroristico è in corso dall’anno scorso.

Per nascondere la loro vera identità, i colpevoli hanno optato per l’acquisto di coupon di valuta digitale. In seguito, i dettagli saranno inviati ai terroristi in Siria. In questo modo, il terrorista incasserà i fondi senza alcuna interferenza, come ha spiegato il procuratore. In particolare, ci sono più di 20.000 tabaccherie in Francia dove si possono acquistare i coupon Bitcoin. Tuttavia, la maggior parte di essi opera senza alcuna politica di prova dell’identità.

Posti correlati
Direttore di FinCEN: Le banche dovrebbero pensare all’esposizione al rischio crittografico, non solo alle borse
Gli hacker di KuCoin spostano 18 milioni di XRP in un portafoglio controllato
Una rapina da 10 milioni di dollari all’etereum evitata da un hacker etico pseudonimo
KuCoin Group emette un avviso sui siti di phishing

Cryptos ora preferito per il finanziamento del terrorismo

Inoltre, le autorità francesi sono state in grado di identificare le due persone che hanno sviluppato il sistema di criptaggio come Mesut S e Walid F. Si dice che abbiano 25 anni e che lavorassero dal nord-est della Siria. Il rapporto ha inoltre rilevato che Mesut e Walid sono sospettati di essere alleati di un ramo di Al-Qaeda conosciuto come Hayat Tahrir Al-Sham. Nel 2016 il duo è stato condannato a 10 anni di carcere.

I rapporti hanno dimostrato come il finanziamento del terrorismo avvenga ora per lo più attraverso le valute digitali a causa della proprietà intrinseca che rende sconosciuti, almeno in una certa misura, i mittenti. Ciò è simile al caso odierno, in quanto le persone ora arrestate in precedenza utilizzavano i mezzi tradizionali per elaborare le transazioni attraverso il contante. Pur motivando il passaggio alla criptovaluta, le autorità francesi hanno osservato:

La costante sorveglianza di queste reti ha spinto le organizzazioni terroristiche a cercare una maggiore opacità utilizzando le valute criptate come il bitcoin.